fullpage
Biotec Sistemi s.r.l.

Impianti biogas agricoli

 
 
 
Gli impianti di digestione anerobica sono un importante strumento per incrementare la reddittività delle aziende agricole, oltre che una notevole fonte di energia rinnovabile.
Con questa tecnologia si ha la possibilità di sfruttare biomasse e reflui zootecnici prodotti in aziende ed allevamenti con i seguenti risultati:
- produzione di biogas e quindi di energia elettrica e termica, in parte da sfruttare per i consumi interni all'azienda ed in parte da poter immettere in rete, con l'ottenimento degli incentivi previsti dalla normativa;
- produzione di un substrato digerito, il digestato, utilizzabile come concime ed ammendante per fini agronomici.

Biotec Sistemi realizza impianti chiavi in mano di media/grande potenza, che possono trattare substrati di vario tipo: insilati di sorgo, mais, triticale ed altre biomasse, effluenti zootecnici bovini e suini.

Gli impianti sono completamente automatizzati e dotati di un sistema di controllo che consente una completa gestione del sistema, anche da remoto.

Referenze ->
  •  
     
     

    La struttura dell'impianto varia in relazione alla tipologia di biomasse trattate ed alle esigenze del cliente, tuttavia è possibile individuare uno schema tipico, descritto nei punti seguenti:
    - i liquami vengono raccolti dalle stalle, attraverso un sistema di captazione, e pompati in una vasca di stoccaggio intermedia, prima del loro ingresso nei digestori;
    - gli insilati vengono stoccati in apposite trincee e caricati nei digestori, insieme alle deizioni palabili, attraverso un alimentatore, interamente progettato e realizzato da Biotec Sistemi (vedi Macchine);
    - le reazioni di digestione anaerobica si sviluppano in vasche coperte, denominate digestori, dotate di una cupola gasometrica, che raccoglie il biogas in formazione dalla degradazione batterica;
    - i digestori vengono mantenuti a temperatura costante ed il substrato al loro interno viene movimentato con sistemi meccanici, che assicurano il mantenimento di condizioni costanti nell'intera massa in fermentazione;
    - il biogas prodotto viene inviato a congenaratori, previa desolforazione, e qui viene convertito in energia elttrica e termica;
    - il substrato digerito, in uscita dai fermantatori, passa generalmente attraverso un separatore solido-liquido, dove si ha formazione di un fertilizzante liquido e di un ammendante solido.

  •  
     
    Come descritto nella sezione dedicata agli impianti per organico da rifiuti, la digestione anaerobica è una sequenza di reazioni biologiche, operati da batteri anaerobi.
    Anche nel caso di impianti agricoli, per assicurare il corretto svolgimento della degradazione, il substrato viene mantenuto a temperatura costante (generalmente attorno a 38°C) ed in costante movimento, in modo da favorire la formazione di biogas, evitando fenomeni di sedimentazione sul fondo o la formazione di strati flottanti in superficie.
    A questo scopo è stato studiato da Biotec Sistemi un specifico sistema di agitazione (vedi sezione Macchine), che assicura una completa omogeneità delle condizioni all'interno del digestore.
     

Lista referenze Impianti processo BTA

Datasheet:
ReferenzeImpianti_2015-06it.pdf

Impianto Ecoparc 1

Datasheet:
Barcellona_it_2013_05.pdf
Nazione:SPAIN
Situazione:Impianto avviato ad agosto 2008
Localizzazione:Barcellona
Rifiuti trattati:50.000 t/a rifiuti organici

Impianto Castelleone

Datasheet:
Castelleone_2013_02.pdf
Situazione:Impianto avviato a Marzo 2010
Localizzazione:Castelleone (CR) - Italia
Rifiuti trattati:20.000 t/a rifiuti organici, 6.000 t/a rifiuti agroalimentari, 6.000 t/a silomais, 6.000 t/a liquami bovini e suini

Impianto Chiusa Pesio

Datasheet:
ChiusaPesio_2013-02.pdf
Situazione:Impianto avviato a Luglio 2009
Localizzazione:Chiusa di Pesio (CN)
Rifiuti trattati:29.500 t/a liquame e letame bovino, silomais e altre biomasse

Impianto di Montanera

Datasheet:
Montanera_2013-02.pdf
Situazione:Impianto avviato ad agosto 2009
Localizzazione:Montanera (CN)
Rifiuti trattati:28.000 t/a letame bovino, silomais, liquame bovino e altre biomasse

Impianto Savigliano

Datasheet:
Savigliano2013_05.pdf
Nazione:ITALY
Situazione:Operativo da ottobre 2012
Localizzazione:Savigliano (CN)
Rifiuti trattati:30.000 t/a di letame e liquame, insilati di mais, sorgo e triticale

Impianto Burgos

Datasheet:
Burgos2012_10.pdf
Nazione:SPAIN
Situazione:Impianto avviato nel 2011
Localizzazione:Burgos - Spagna
Rifiuti trattati:25.000 t/a RSU pre-trattato